Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Ticagrelor nell'ictus: risultati incoraggianti dallo studio PRINCE


Ticagrelor ( Brilinta, Brilique ) più Aspirina [ Acido Acetilsalicilico ] è associato a un tasso più basso di alta reattività piastrinica durante il trattamento, rispetto a Clopidogrel ( Plavix ) più Aspirina in pazienti asiatici che avevano avuto un ictus minore o un attacco ischemico transitorio ( TIA ) ad alto rischio.

Lo studio PRINCE non era stato disegnato per gli esiti clinici, ma è stata riscontrata una tendenza verso un minor numero di ictus a 90 giorni con Ticagrelor versus Clopidogrel.
Tuttavia, questo risultato non era statisticamente significativo.

I pazienti che hanno un ictus minore o TIA presentano un alto rischio di ictus ricorrente e sono trattati con farmaci antipiastrinici per ridurre questo rischio.
Il precedente studio CHANCE, condotto in una popolazione cinese, aveva mostrato un tasso più basso di ictus ricorrente con una combinazione di Clopidogrel e Aspirina rispetto alla sola Aspirina.

Ma Clopidogrel ha un effetto altamente variabile ed è meno attivo nei pazienti portatori del gene CYP2C19 con perdita di funzione.
Una analisi di sottogruppi dello studio CHANCE non aveva mostrato alcun beneficio di Clopidogrel rispetto all'Aspirina nei pazienti portatori di questo allele, che è più comune nelle popolazioni dell'Asia orientale.
Un farmaco alternativo, come Ticagrelor, potrebbe essere più appropriato per questi pazienti.

Lo studio PRINCE, condotto in 26 Centri in Cina, ha assegnato casualmente 675 pazienti a Ticagrelor ( dose di carico di 180 mg, e successivamente 90 mg due volte al giorno ) oppure Clopidogrel ( dose di carico di 300 mg, e successivamente 75 mg al giorno ) in associazione ad Aspirina ( 100 mg al giorno per i primi 21 giorni ).

I risultati hanno mostrato che a 90 giorni l'endpoint primario ( alta reattività piastrinica durante il trattamento ) si è verificato nel 12.5% del gruppo Ticagrelor rispetto al 29.7% del gruppo Clopidogrel ( odds ratio [ OR ], 0.34, intervallo di confidenza al 95% [ IC ], 0.22 - 0.52; P inferiore a 0.001 ).

Nei pazienti con allele con perdita di funzione di CYP2C19, l'alta reattività piastrinica durante il trattamento si è verificata nel 10.8% del gruppo Ticagrelor rispetto al 35.4% del gruppo Clopidogrel ( odds ratio, OR=0,22, IC 95%, 0.12-0.40; P inferiore a 0.001 ).

L'endpoint secondario ( ictus ) si è verificato nel 6.3% del gruppo Ticagrelor e nell'8.8% del gruppo Clopidogrel ( hazard ratio, HR=0.70, IC 95%, 0.40-1.22, P = 0.20 ).

I tassi di sanguinamento maggiore o minore non differivano significativamente tra i gruppi Ticagrelor e Clopidogrel ( 4.8% vs 3.5%; P = 0.42 ), ma il sanguinamento minimo è aumentato nel gruppo Ticagrelor ( 19.0% vs 10.6%; P = 0.003 ).

E' noto che la popolazione cinese ha una maggiore incidenza del gene CYP2C19 con perdita di funzione.
Uno studio americano in corso, POINT, cercherà di confermare questi risultati. ( Xagena2018 )

Fonte: International Stroke Conference ( ISC ), 2018

Neuro2018 Farma2018


Indietro