Vertigini
Neurobase.it
Xagena Mappa
Tumori testa-collo

Pitolisant versus placebo o Modafinil in pazienti con narcolessia


La narcolessia è caratterizzata da eccessiva sonnolenza durante il giorno ( EDS ) e da cataplessia. I neuroni istaminergici sono cruciali per mantenere lo stato di veglia.

Uno studio ha valutato sicurezza ed efficacia di Pitolisant ( precedentemente chiamato BF2.649 ), un agonista inverso selettivo del recettore istaminergico H3 che attiva tali neuroni, in pazienti con narcolessia.

Per questo studio in doppio cieco, randomizzato e controllato e a gruppi paralleli, sono stati reclutati pazienti con narcolessia da 32 Centri per i disturbi del sonno in 5 Paesi europei.

I pazienti risultavano eleggibili se avevano età uguale o superiore a 18 anni, non avevano assunto psicostimolanti per almeno 14 giorni ed erano affetti da eccessiva sonnolenza diurna ( definito come un punteggio alla scala Epworth Sleepiness Scale [ ESS ] di almeno 14 ).

I pazienti sono stati assegnati in maniera casuale a ricevere Pitolisant, Modafinil ( Provigil ) oppure placebo in rapporto 1:1:1.

Il trattamento è durato 8 settimane: 3 settimane a dosaggio flessibile in base alla decisione del ricercatore ( 10 mg, 20 mg o 40 mg al giorno di Pitolisant; 100 mg, 200 mg o 400 mg al giorno di Modafinil ) seguiti da 5 settimane a dose stabile.

I pazienti assumevano 4 pastiglie al giorno secondo un disegno double-dummy per assicurare la somministrazione in cieco.

Per l’analisi primaria, condotta nella popolazione per intention-to-treat, sono state valutate la superiorità di Pitolisant versus placebo e la non-inferiorità di Pitolisant versus Modafinil.

Nel periodo 2009-2010, sono stati valutati 110 pazienti, 95 dei quali sono risultati idonei all’arruolamento e sono stati assegnati in maniera casuale al trattamento: 30 a placebo, 32 a Pitolisant e 33 a Modafinil.

In un periodo di trattamento di 8 settimane, le riduzioni medie nel punteggio ESS sono state -3.4 nel gruppo placebo, -5.8 nel gruppo Pitolisant e -6.9 nel gruppo Modafinil.

L’analisi primaria delle differenze tra i gruppi nei punteggi medi ESS all’endpoint ( aggiustato per il valore basale ) ha mostrato che Pitolisant è superiore a placebo ( differenza -3.0; p=0.024 ), ma non è non-inferiore a Modafinil ( differenza 0.12; p=0.250 ).

Sono stati registrati 22 eventi avversi con Pitolisant, 26 con Modafinil e 10 con placebo.

Sei eventi avversi gravi sono risultati correlati al trattamento: 1 con Pitolisant ( disturbi addominali ) e 5 con Modafinil ( dolore addominale, comportamento anomalo, sintomi simili all’astinenza da astinenza, linfoadenopatia e disturbi dell’orecchio interno ).

In conclusione, Pitolisant somministrato a una dose fino a 40 mg è risultato efficace nella eccessiva sonnolenza diurna, rispetto a placebo e ben tollerato rispetto a Modafinil.
Se queste osservazioni venissero confermate da altri studi, Pitolisant potrebbe rappresentare una nuova opzione di trattamento per i pazienti con narcolessia. ( Xagena2013 )

Dauvilliers Y et al, Lancet Neurol 2013; 12: 1068-1075

Neuro2013 Farma2013


Indietro