Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Il trauma cerebrale con perdita di coscienza può essere associato a successivo sviluppo di malattia di Parkinson, ma non di malattia di Alzheimer o di demenza


I traumi cerebrali con perdita di coscienza possono essere associati a successivo sviluppo della malattia di Parkinson, ma non della malattia di Alzheimer o della demenza incidente, secondo uno studio condotto presso la Icahn School of Medicine al Mount Sinai e all’University of Washington School of Medicine.
La ricerca, pubblicata su JAMA Neurology, contraddice le comuni ipotesi circa il rapporto tra trauma cranico e la malattia di Alzheimer.

C'è un grande interesse verso gli effetti tardivi del trauma cranico e le diffuse implicazioni per la salute pubblica.
I Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie ( CDC ) stimano che più di 1.3 milioni di statunitensi vengano visitati presso un Dipartimento di Emergenza ogni anno a causa di lesioni correlate a traumi cerebrali.

I ricercatori hanno studiato le lesioni alla testa di 7.130 adulti anziani come parte di tre studi prospettici di coorte in cui i partecipanti erano stati sottoposti a test cognitivi e clinici a cadenza annuale o biennale.
Di questo gruppo, 865 persone avevano subito lesioni cerebrali traumatiche, con perdita di coscienza prima dell'inizio dello studio.
Dei 865, 142 erano stati incoscienti per più di un'ora.

I ricercatori hanno valutato le associazioni tra le lesioni cerebrali e gli esiti clinici nella parte tardiva della vita, come ad esempio la demenza, la malattia di Alzheimer, la lieve alterazione cognitiva, la malattia di Parkinson e il cambiamento nei segni parkinsoniani.

Circa il 23% dei soggetti del gruppo di studio è stato sottoposto ad autopsie cerebrali, e in quel gruppo i ricercatori hanno cercato un legame tra traumi cerebrali e reperti neuropatologici.

Nessuna relazione statisticamente significativa tra trauma cranico con perdita di coscienza e rischio di demenza è stato scoperto quando il gruppo con lesioni cerebrali traumatiche, con perdita di coscienza, è stato confrontato con i 1.537 pazienti che hanno sviluppato la demenza nel corso dello studio.
I risultati per la malattia di Alzheimer ( diagnosticata in 1.322 partecipanti allo studio ) erano simili. Tuttavia, i dati di regressione hanno mostrato una forte associazione tra trauma cranico con perdita di coscienza superiore a un'ora e la malattia di Parkinson ( 117 casi nel corso dello studio ).
Reperti neuropatologici all'autopsia ( 1.652 casi di autopsia ) non hanno mostrato alcuna associazione tra trauma cranico con perdita di coscienza e le placche di beta-amiloide o i grovigli neurofibrillari, indicatori della malattia di Alzheimer.
Tuttavia, le autopsie hanno trovato un aumentato rischio per i corpi di Lewy ( aggregati anomali di proteine ) nei soggetti con trauma cranico con perdita di coscienza inferiore a un'ora e un aumentato rischio di microinfarti cerebrali nel trauma cranico con perdita di coscienza superiore a un'ora. (Xagena)

Fonte: Mount Sinai School of Medicine 2016

Neuro2016



Indietro