Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Espressione della proteina huntingtina nei pazienti con malattia di Huntington


La malattia di Huntington è una malattia neurodegenerativa autosomica dominante causata dall’espansione ripetuta della tripletta CAG nella proteina huntingtina ( HTT ), con conseguente mutazione della proteina huntingtina.
IONIS-HTT-Rx ( HTT-Rx ) è un oligonucleotide antisenso progettato per inibire l'RNA messaggero della proteina HTT, e quindi ridurre le concentrazioni di huntingtina mutante.

È stato condotto uno studio randomizzato, in doppio cieco, a dose multipla ascendente, di fase 1-2a che ha coinvolto adulti con malattia di Huntington in fase iniziale.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere HTT-Rx oppure placebo come somministrazione intratecale in bolo ogni 4 settimane per quattro dosi.

La selezione della dose è stata guidata da un modello preclinico nei topi e in primati non-umani che ha correlato il livello della dose alla riduzione della concentrazione di huntingtina.

L'endpoint primario era la sicurezza. L'endpoint secondario era la farmacocinetica di HTT-Rx nel liquido cerebrospinale ( CSF ).
Gli endpoint esplorativi prespecificati includevano la concentrazione di huntingtina mutante nel liquido cerebrospinale.

Dei 46 pazienti arruolati nello studio, 34 sono stati assegnati in modo casuale a ricevere HTT-Rx ( a livelli di dose crescente da 10 a 120 mg ) e 12 sono stati assegnati in modo casuale a ricevere placebo.

Ogni paziente ha ricevuto tutte e quattro le dosi e ha completato lo studio.

Eventi avversi, tutti di grado 1 o 2, sono stati riportati nel 98% dei pazienti. Non sono stati osservati eventi avversi gravi nei pazienti trattati con HTT-Rx.

Non ci sono stati cambiamenti avversi clinicamente rilevanti nelle variabili di laboratorio.

Le concentrazioni predose di HTT-Rx nel liquido cerebrospinale hanno mostrato dipendenza dalla dose fino alla dose di 60 mg.

Il trattamento con HTT-Rx ha comportato una riduzione dose-dipendente della concentrazione di huntingtina mutante nel liquido cerebrospinale ( variazione percentuale media rispetto al basale, 10% nel gruppo placebo e -20%, -25%, -28%, -42% e -38% nei gruppi di dosaggio di HTT-Rx di 10 mg, 30 mg, 60 mg, 90 mg e 120 mg, rispettivamente ).

La somministrazione intratecale di HTT-Rx a pazienti con malattia di Huntington in fase iniziale non è stata accompagnata da eventi avversi gravi.
Sono state osservate riduzioni dose-dipendenti delle concentrazioni di huntingtina mutante. ( Xagena2019 )

Tabrizi SJ et al, N Engl J Med 2019; 380: 2307-2316

Neuro2019 Farma2019


Indietro