Vertigini
Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa

Effetto della Eritropoietina e soglia di trasfusione sul recupero neurologico dopo trauma cranico


Ci sono informazioni limitate circa l'effetto della Eritropoietina o di una alta soglia di trasfusione di emoglobina dopo una lesione cerebrale traumatica.
Sono stati confrontati gli effetti di Eritropoietina e di 2 soglie di trasfusione di emoglobina ( 7 e 10 g/dl ) sul recupero neurologico dopo una lesione cerebrale traumatica.

È stato effettuato uno studio clinico randomizzato su 200 pazienti ( Eritropoietina, n=102; placebo, n=98 ) con trauma cranico chiuso che non erano in grado di eseguire i comandi, arruolati entro 6 ore dal trauma in Unità di terapia intensiva ( UTI ) neurochirurgica in 2 Centri negli USA nel periodo 2006-2012.

E’ stato verificato se l'Eritropoietina fosse in grado di migliorare i risultati favorevoli del 20% e se una soglia di trasfusione di emoglobina superiore a 10 g/dl potesse aumentare gli esiti favorevoli senza aumentare le complicanze.

L'Eritropoietina o il placebo sono stati inizialmente dosati giornalmente per 3 giorni e poi settimanalmente per altre 2 settimane ( n=74 ) e poi le dosi a 24 e 48 ore sono state interrotte per il resto dei pazienti ( n=126 ).

99 pazienti sono stati assegnati a una soglia di trasfusione di emoglobina di 7 g/dl, e 101 pazienti sono stati assegnati a 10 g/dl.

È stata somministrata Eritropoietina per via endovenosa ( 500 UI/kg per dose ) oppure soluzione fisiologica.
La soglia di trasfusione è stata mantenuta con globuli rossi concentrati.

Gli esiti principali erano il punteggio alla scala GOS ( Glasgow Outcome Scale ), definito come favorevole ( buona ripresa e disabilità moderata ) o sfavorevole ( grave disabilità, stato vegetativo, o morte ) 6 mesi dopo il trauma.

Non c'è stata interazione tra Eritropoietina e la soglia di trasfusione di emoglobina.

Rispetto al placebo ( tasso di esito favorevole: 34/89, 38.2% ), entrambi i gruppi con Eritropoietina sono risultati futili ( primo regime di dosaggio: 17/35, 48.6%; P=0.13; secondo regime di dosaggio: 17/57, 29.8%; P minore di 0.001 ).

I tassi di esito favorevole sono stati pari a 42.5% ( 37/87 ) per la soglia di trasfusione di emoglobina di 7 g/dl e del 33.0% ( 31/94 ) per 10 g/dl ( P=0.28 ).

C'è stata una maggiore incidenza di eventi tromboembolici per la soglia di trasfusione di 10 g/dl ( 22/101, 21.8% vs 8/99, 8.1% per la soglia di 7 g/dl, odds ratio, OR=0.32, P=0.009 ).

In conclusione, nei pazienti con trauma cranico chiuso, né la somministrazione di Eritropoietina né il mantenimento della concentrazione di emoglobina superiore a 10 g/dl ha determinato un migliore esito neurologico a 6 mesi.
La soglia di trasfusione di 10 g/dl è stata associata a una maggiore incidenza di eventi avversi.
Questi risultati non supportano nessuno dei due approcci in questo ambito. ( Xagena2014 )

Robertson CS et al, JAMA 2014;312:36-47

Neuro2014 Farma2014


Indietro