Neurobase.it
XagenaNewsletter
Tumori testa-collo
Medical Meeting

Eccessiva sonnolenza diurna nella atrofia multisistemica


I disturbi del sonno sono comuni nell’atrofia multisistemica, ma la prevalenza dell’eccessiva sonnolenza diurna non è ben nota.

È stato effettuato uno studio per valutare la frequenza e le associazioni dell’eccessiva sonnolenza diurna nei pazienti con atrofia multisistemica, indagando lo stato dell’eccessiva sonnolenza diurna nei pazienti consecutivi affetti da atrofia multi sistemica; è stato compiuto un confronto con i pazienti affetti da malattia di Parkinson e le persone non-affette da malattie neurologiche.

Sono stati arruolati 86 pazienti consecutivi con atrofia multisistemica, 86 pazienti con malattia di Parkinson simili per età, sesso e stadio Hoehn e Yahr, e 86 soggetti sani appaiati per età e sesso.

Sono state utilizzate diverse scale: scala ESS ( Epworth Sleepiness Scale ), scala ESS modificata, scala SOS ( Sudden Onset of Sleep ), Tandberg Sleepiness Scale, scala PSQI ( Pittsburgh Sleep Quality Index ).

I punteggi medi alla scala ESS erano paragonabili nell’atrofia multisistemica ( 7.72 ) e nella malattia di Parkinson ( 8.23 ), ma erano più elevati rispetto ai soggetti sani ( 4.52 ) ( p minore di 0.001 ).

L’eccessiva sonnolenza diurna ( punteggio alla scala ESS superiore a 10 ) era presente nel 28% dei pazienti con atrofia multisistemica, nel 29% dei pazienti con malattia di Parkinson, e nel 2% dei soggetti sani ( p minore di 0.001 ).

Nell’atrofia multisistemica, al contrario della malattia di Parkinson, il dosaggio del trattamento dopaminergico non è risultato correlato con l’eccessiva sonnolenza diurna.

La gravità della malattia era debolmente correlata con l’eccessiva sonnolenza diurna nell’atrofia multisistemica e nella malattia di Parkinson.

La sindrome delle gambe senza riposo si è verificata nel 28% dei pazienti con atrofia multisistemica, nel 14% dei pazienti con malattia di Parkinson e nel 7% dei soggetti sani ( p minore di 0.001 ).

Le analisi di regressione multipla hanno mostrato che i disturbi respiratori nel sonno e l’efficienza del sonno erano predittivi di eccessiva sonnolenza diurna nei pazienti con atrofia multisistemica e la quantità del trattamento dopaminergico e della presenza di sindrome delle gambe senza riposo nella malattia di Parkinson.

In conclusione, più di un quarto dei pazienti con atrofia multisistemica hanno presentato eccessiva sonnolenza diurna, con una frequenza simile a quella riscontrata nella malattia di Parkinson.
In queste due condizioni, l’eccessiva sonnolenza diurna sembra essere associata a diverse cause. ( Xagena2011 )

Moreno-Lopez C et al, Arch Neurol 2011; 68: 223-230


Neuro2011



Indietro