Vertigini
Neurobase.it
Xagena Mappa
Tumori testa-collo

Aggiornamento delle lineeguida: steroidi e farmaci antivirali per la paralisi di Bell


È stato compiuto uno studio di revisione delle evidenze pubblicate a partire dal 2001 in base al parametro di pratica clinica della American Academy of Neurology ( AAN ) per quanto riguarda l'efficacia, la sicurezza e la tollerabilità di steroidi e farmaci antivirali per la paralisi di Bell.

Sono stati esaminati i database Medline e Cochrane per gli studi clinici controllati pubblicati a partire da gennaio 2000,

Ogni studio è stato classificato ( classe I-IV ) utilizzando la classificazione terapeutica AAN delle evidenze.

Sono stati identificati 9 studi che hanno riguardato pazienti con paralisi di Bell che hanno ricevuto steroidi / farmaci antivirali; due di questi studi sono stati classificati in classe I per via della loro alta qualità metodologica.

Per i pazienti con paralisi di Bell di nuova insorgenza, è altamente probabile che gli steroidi siano efficaci e dovrebbero essere proposti per aumentare la probabilità di recupero della funzione del nervo facciale ( 2 studi di classe I, livello A ) ( differenza di rischio 12.8-15% ).

Per i pazienti con paralisi di Bell di nuova insorgenza, i farmaci antivirali in combinazione con gli steroidi non aumentano la probabilità di recupero funzionale del viso di più del 7%.
A causa della possibilità di un modesto aumento nel recupero, ai pazienti possono essere proposti antivirali ( oltre agli steroidi ) ( livello C ).

I pazienti a cui sono offerti gli antivirali devono essere informati che il beneficio del trattamento con gli antivirali non è stato stabilito, e, se dovesse esserci un vantaggio, è probabile che sia modesto, nel migliore dei casi. ( Xagena2012 )

Gronseth GS, Paduga R, Neurology 2012; 79: 2209-2213

Neuro2012 Inf2012 Farma2012


Indietro